Le regole del tecnico hardware freelance
Tecnico Certificato Apple

Per essere un buon tecnico hardware freelance è necessario  e consigliabile attenersi a delle regole precise per non incorrere in spiacevoli inconvenienti che, nel peggiore dei casi, possono causare rotture e malfunzionamenti impossibili da riparare se non riacquistando completamente il computer o lo smartphone. Avere una propria metodologia ed attenersi a delle procedure sistematiche, inoltre, ci pone “un gradino sopra gli altri”, evidenziando la nostra professionalità nello svolgere anche i compiti che, a prima vista, possono risultare banali e di rapida risoluzione. 

Le 5 regole del tecnico hardware freelance

Ho voluto riassumere, in una sorta di vademecum, i punti principali che, secondo me, un tecnico hardware freelance dovrebbe rispettare per poter essere davvero orgoglioso e soddisfatto del proprio lavoro.

Sicurezza. Impossibile non metterla al primo posto. La sicurezza è fondamentale in tutti i settori: figuriamoci quando si parla di interventi su schede logiche e circuiti integrati. Se ci apprestiamo ad intervenire su uno smartphone o su schede all’interno di un computer, è fondamentale, per non dire obbligatorio, indossare un braccialetto antistatico con relativo tappetino a cui poterlo collegare: in questo modo eviteremo di danneggiare uno o più circuiti integrati tramite scosse elettrostatiche, spesso impercettibili ma ugualmente capaci di danneggiare irrimediabilmente il nostro Device. Evitiamo di indossare abiti sintetici ed utilizziamo dei guanti in nitrile (eviterò, almeno in questo articolo, di indicare ulteriori casistiche, limitandomi a piccoli consigli su interventi, per così dire, standard, su componenti integri e non alterati come, per esempio, batterie con evidenti segni di rigonfiamento e perdita di liquido).

Pulizia. E’ molto importante che il banco di lavoro dove andiamo ad operare sia ben pulito e perfettamente in ordine. Effettuare degli interventi senza riporre in maniera ordinata i nostri attrezzi da lavoro e le varie parti di ricambio potrebbe influire sulla buona riuscita dell’ operazione. Immaginiamo di dover intervenire su un iPhone per la sostituzione della batteria ed in fase di smontaggio riponessimo le varie viti in maniera disordinata e senza alcun ordine logico. Probabilmente non saremmo in grado più di riassemblare correttamente il nostro smartphone, considerando che gran parte della minuteria segue precisi criteri dovuti alla dimensione delle stesse parti. Una buona lavagna magnetica oppure una vaschetta sicura ESD, è sicuramente quello che fa al caso nostro.

Previdenza.Durante uno dei miei primi interventi su un iMac, mi è capitato di danneggiare, irrimediabilmente, uno degli adesivi destinati al riassemblaggio e chiusura dello schermo (fortunatamente non ho causato danni ben più gravi! 🙂 ) . Non avendone altri, ho dovuto riacquistarli online con conseguente attesa di ulteriori quattro/cinque giorni da parte del cliente. Al mio ritorno a casa dopo la consegna dell’iMac, considerando l’esiguo costo delle strisce adesive, ho subito provveduto ad nuovo ordine in maniera tale da non farmi trovare impreparato per un eventuale futura riparazione, nel caso in cui una o più parti risultassero inutilizzabili per un errato utilizzo (nel caso specifico si trattava di una sostituzione di un hard disk). Quando possibile, quindi, è sempre opportuno essere previdenti (tranquilli, non siete obbligati ad acquistare nuovi iMac o nuovi iPhone 😀 ). Avere con sé piccole parti di ricambio potrebbe aiutarci a mantenere la nostra tabella di marcia e, soprattutto, la soddisfazione dei nostri clienti.

 Durante un intervento su un computer o su uno smartphone, può capitare di tutto anche se siamo tecnici con esperienza pluriennale. Non possiamo prevedere nulla o quasi se un hard disk decide di rompersi, una scheda logica di non funzionare più o, ancora, o se quel cavo, sganciato mille volte, decide di rompersi da un momento all’altro. In questi ed in altri mille casi è fondamentale rimanere calmi. Se proviamo a respirare profondamente e a rilassarci, riusciremo ad avere una visione più chiara e a trovare più rapidamente la soluzione di cui abbiamo bisogno.

Prendiamo appunti e registriamo tutti i nostri passi affinché in futuro, nel caso dovesse ripresentarsi il medesimo problema, sapremo prima come doverci comportare. E se abbiamo dei dubbi magari contattiamo chi ci è vicino e che, magari, ha più esperienza di noi. A volte basta davvero poco per uscire da situazioni che, a prima vista, possono sembrare insormontabili.

The following two tabs change content below.
Sistemista Apple, esperto in gestione dei device mobili tramite protocolli MDM (Mobile Device Management), tecnico certificato Apple iOS e macOS, nato come web designer e divenuto sviluppatore per passione, assisto liberi professionisti ed aziende per quanto riguarda consulenza e formazione legate a problematiche software su computer e device mobili Apple.

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top